Ti trovi in: News

L’Istituto “Pacifici e de Magistris” di Sezze ha partecipato al III Viaggio della Memoria

10 - 12 aprile 2016

L’Istituto “Pacifici e de Magistris” di Sezze partecipa al III Viaggio della Memoria

Dal 10 al 12 aprile l’I.S.I.S.S. “Pacifici e De Magistris” di Sezze ha partecipato per il terzo anno di seguito al viaggio della Memoria organizzato dalla Regione Lazio.
“Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare”. Le parole di Primo Levi sono state il motto del III viaggio della Memoria organizzato dalla Regione Lazio, cui ha partecipato anche una rappresentanza dell’I.S.I.S.S Pacifici e de Magistris. Alunni e docenti della scuola di Sezze sono stati impegnati in un percorso che, dal 10 al 12 Aprile, ha coinvolto 146 scuole da tutto il Lazio più alcune scuole della Basilicata. Accompagnati dai due sopravvissuti Samuel Modiano e Tatiana Bucci sono stati visitati quelli che furono i luoghi più drammatici delle deportazioni e del genocidio nazista. Le emozioni sono iniziate da Cracovia, dove i ragazzi si sono raccolti nella Sinagoga Tempel, per poi proseguire a passi pesanti nell’ex ghetto. Il secondo giorno è stato interamente dedicato alla visita dei campi di sterminio di Auschwitze-Birkenau e di Auschwitz I. Le parole di Sami e Tatiana hanno fatto conoscere ai partecipanti almeno una minima parte di quell’immenso dolore e sono riuscite a muovere i silenti spettatori nel “loro” inferno, trasportandoli nei capitoli più scuri della storia del secolo scorso. La giornata si è conclusa con gli ultimi discorsi dei due protagonisti, la signora Bucci e il signor Modiano, e la consapevolezza che un’esperienza del genere non può essere dimenticata.
Il viaggio è stato anche l’occasione per attualizzare la riflessione sul passato, lo si è attualizzato:

“Nei tempi del terrorismo, dell’odio religioso e della violenza, portare 500 giovani e professori nei luoghi dove l’odio dell’uomo ha prodotto la catastrofe della Shoah secondo noi è un modo di affrontare anche il presente. Diffondendo conoscenze e quindi diffondendo anche più forza a una nuova generazione che altrimenti è solo bombardata dalle paure verso le differenze e dagli slogan dell’odio”.

Le parole di Nicola Zingaretti, Presidente della Ragione Lazio, ben riassumono il senso del viaggio.

Foto Gallery